martedì 18 maggio 2004

LUCIO SCHIRO’


“Repubblica – Palermo” 18.5.04

AUGUSTO CAVADI 


Il Luther King della Sicilia

Che una signora quasi novantenne decida di ricostruire la biografia del padre, morto nel 1961, ha qualcosa di naif. Ma questa volta il protagonista è talmente interessante che si perdona facilmente l’ingenuità nella forma e nel tono. Si tratta infatti di quel Lucio Schirò che ha rappresentato nel ragusano, per tutta la prima metà del XX secolo, un punto di riferimento del protestantesimo (è stato pastore metodista a Scicli) ma anche del socialismo (è stato sindaco della stessa cittadina negli anni dei raid fascisti, cui seppe reagire con nonviolenza consapevole). La rievocazione delle sue iniziative (ha fondato scuole elementari, doposcuola, asili infantili, corsi serali per analfabeti, cooperative di consumo, riviste, sezioni di partito) lascia davvero di stucco. Non meno sorprendente la fermezza con cui si schiera contro l’ingresso dell’Italia nella I guerra mondiale. Non sembra perciò eccessiva la definizione che ne ha dato - nel corso del convegno organizzato a vent’anni dalla morte - Andrea Speranza: “il Martin Luther King della Sicilia Sud-Orientale”.
                                                                                                                          

MIRIAM  SCHIRO’

Un lottatore senz’armi: mio padre Lucio Schirò D’Agati

Zephyro
Pagine127
Euro 10,50

Nessun commento:

Posta un commento