giovedì 27 marzo 2008

Due preghierine pre-elettorali (non proprio…ortodosse!)


Un amico a me molto caro, molto convinto di cercare ad ogni elezione il centro del centro degli schieramenti, ha ricevuto da un prete un sms. Non so quanto il mittente del messaggio fosse convinto o scherzasse né se lo stesso messaggio sia risultato convincente al destinatario, ma sta di fatto che il mio amico lo ha passato a me, ben sapendo che - riconoscendomi dall’altra parte - non avrebbe certo fatto breccia nella mia mente.
Un effetto però lo ha avuto, e doppio: mi ha fatto divertire sia quando l’ho letto sia quando, con l’aiuto di un’amica, ho provato a riscriverlo da un’ottica opposta.
Né il testo originario - né il testo redatto come eco un po’ distorta - brillano per carità cristiana. Anzi, neppure buddista. Anzi, neppure…umana! Ma, si sa, i poeti - specie se autori di liriche raffinate come queste - godono di molte licenze…
Augusto (Cavadi)

PREGHIERA DA RECITARE TRE VOLTE AL DI’:

O Gesù dagli occhi buoni
fa’ tornare Berlusconi
e se puoi, alzando un dito,
fa’ tornare anche Benito.
O Gesù dagli occhi tristi
fa’ sparire i comunisti!
Se risolvi ’sto problema,
fa’ sparire anche D’Alema!
Canteremo le tue lodi
se schiattasse pure Prodi
e se morisse Bertinotti
una festa con i botti!
Tu col cuore sempre aperto
fa svanire Diliberto
e con gli angeli tuoi belli
porta in cielo anche Rutelli!
O mio caro e buon Gesù,
non farli nascere mai più!

PREGHIERA DA RECITARE ANCHE UNA SOLA VOLTA NELLA VITA
(PURCHE’ CON SINCERA E PROFONDA CONVINZIONE)

O Gesù dagli occhi buoni
fa’ sparire Berlusconi;
se hai pietà dei cittadini
chiama in ciel anche Fini.
O Gesù dagli occhi tristi
fa’ sparir tutti i fascisti
e se pur non è un granché
porta via la Santaché.
Fa’ un favor di quelli grossi:
fa’ tacer per sempre Bossi.
E se vuoi tanti bacini
libera nos pur da Casini.
Sii per noi un vero faro:
manda a Lourdes il buon Cuffaro.
Nello spazio, come un dardo,
spediscici anche Lombardo.
Non mi chieder il perché,
ma togli i voti a Miccichè.
E se vuoi un grazie eterno,
in estate come in inverno,
lascia friggere in padella
quel grassone di Mastella.
Ma perdona la sua moglie
quando cede a certe voglie:
da fedele praticante
marachelle ne fa tante.

Nessun commento:

Posta un commento