domenica 30 agosto 2009

LE DINAMICHE DELLA PEDOFILIA


30 Agosto 2009
Repubblica - Palermo 30.8.09

Giusy Randazzo
SIRENA
Edizioni Cieffepi- Erga
pagine 240
euro 10,00

E’ quasi banale che tra uno psicoterapeuta cinquantenne e una affascinante paziente trentacinquenne scatti qualcosa in più del ’solito’ transfert. Ma protagonista del romanzo Sirena, dell’ agrigentina Giusy Randazzo, è una “magia maligna”: atmosfera che attraversa i capitoli del racconto, ma anche energia impalpabile, forte e seducente, che domina gli antagonisti, determinandone esaltazioni e disperazioni. Nominare questa misteriosa potenza psichica non significa togliere al lettore l’emozione di vederla rappresentata con l’intensità di toni e la varietà di colori che l’autrice mostra di padroneggiare: il fascino seduttivo che un bambino può esercitare nei confronti di un adulto. La nostra cultura non è preparata ad affrontare la questione ‘pedofilia’ con saggezza. Randazzo avrebbe potuto imboccare varie scorciatoie: raccontare a fini edificanti la guarigione dai traumi infantili di un’adulta abusata; oppure condannare moralisticamente gli adulti responsabili dell’abuso; oppure ancora legittimare scandalisticamente l’esercizio della pederastia…Invece, con un colpo d’ala, tenta la via più ardua: scrutare le dinamiche segrete che si sviluppano fra un adulto (abusante) e un bambino (abusato). Dinamiche delle quali - prima di stabilire chi deve giocare il ruolo fisso di ‘vittima’ e chi di ‘carnefice’ - va riconosciuta la tragicità.

Nessun commento:

Posta un commento