domenica 4 luglio 2010

Il meta-pizzino di Salvatore Coppola


“Repubblica – Palermo”
4.7.2010

PIZZINI ALTRI CONTRO I BOSS

Salvatore Coppola
IL ‘MIO’ PIZZINO

Coppola
pagine 40
euro 2

Ormai da alcuni anni i “pizzini della legalità“, inventati a Trapani dall’artigiano dell’editoria Salvatore Coppola, fanno il giro d’Italia; anche perché gli autori sono non più soltanto siciliani ma intellettuali - come Rosario Esposito La Rossa di Scampia (Napoli) - di altre regioni infestate dalle mafie. I libretti-taccuini, che imitano materialmente i famigerati “pizzini” di Provenzano per capovolgerne l’intenzionalità e diffondere semi di democrazia, hanno meritato a Coppola vari riconoscimenti: ultimo, in ordine di tempo, il premio “Libera - Trapani” del 2009. Come si legge nella motivazione, si è voluto dare un riconoscimento pubblico a un cittadino che non si stanca di diffondere “i drammi della nostra terra, ma anche le cose belle che appartengono alla sua rinascita” in atto.
L’occasione ha suggerito all’editore di diventare autore: nasce così Il ‘mio’ pizzino, un pizzino che racconta le origini e la storia dei block-notes sinora pubblicati. Insomma: una sorta di meta-pizzino in cui viene evocata l’indignazione verso l’equazione mafia= Sicilia e, più in particolare, la voglia di strappare dal vocabolario delle cosche quel “piccolo pezzo di carta che nei tempi passati era l’unico mezzo per comunicare con la promessa sposa o usato - piegato a fisarmonica - per i compiti in classe, o anche dove annotare gli appuntamenti, la nota della spesa o qualcosa da non dimenticare”.

Augusto Cavadi

Nessun commento:

Posta un commento