mercoledì 10 agosto 2011

Vacanze filosofiche per... non filosofi: estate 2011


“Centonove”
22.7.2011

AMORE, FELICITA’: DUE ARGOMENTI FILOSOFICI PER… GENTE COMUNE

In anni trascorsi - è ormai dal 1983 che l’iniziativa si ripete – ne abbiamo parlato anche sul nostro settimanale: chi non ha mai studiato filosofia, o l’ha studiato troppo tempo fa, ma vuole meditare su temi filosofici, ha la possibilità di partecipare a vacanze un po’ speciali: “vacanze filosofiche per non…filosofi”. Destinatari della proposta, dunque, non sono professionisti della filosofia ma tutti coloro che desiderano coniugare i propri interessi intellettuali con una rilassante permanenza in due luoghi tra i più gradevoli del Bel Paese, cogliendo l’occasione di riflettere criticamente su alcuni temi di grande rilevanza teorica ed esistenziale. Le proposte di quest’anno sono due. La prima, in Puglia sul mare, dal 22 luglio al 28, sul tema “Eros o agape? L’amore nel tempo delle ‘passioni tristi’ ”. La seconda, in Lombardia in montagna, dal 19 agosto al 25 , sul tema La felicità: sogno folle o meta perseguibile?.
La struttura delle giornate, ormai collaudata, è semplicissima: due incontri-conversazioni guidati da filosofi di professione (una al mattino dalle 9 alle 10,30 e una alla sera dalle 18 alle 19,30) e, per il resto delle ore, tempo libero. Per riflettere, fare una nuotata, visitare una località turistica, immergersi nei boschi per una passeggiata…
Sul senso dell’iniziativa (che non ha scopo di lucro) si può leggere il libro di autori vari, Filosofia praticata. Su consulenza filosofica e dintorni (Di Girolamo, Trapani 2008) o consultare il sito www.vacanzefilosofiche.it curato da Salvatore Fricano (Bagheria). Nel medesimo sito web si trovano tutte le indicazioni pratiche sul costo di iscrizione e le possibilità di alloggio e di vitto nelle due località prescelte: per altri chiarimenti si può scrivere una e-mail ad acavadi@alice.it o telefonare al 338.4907853.
Qualche dettaglio in più sulle due edizioni ormai imminenti?
A luglio, in Puglia, vicino la splendida Ostuni, Elio Rindone (Roma) introdurrà i seminari evocando le linee essenziali dell’amore nel mondo greco, biblico e medievale. Augusto Cavadi (Palermo) tratterà dell’amore nel mondo moderno e contemporaneo, con particolare riferimento a Hegel, Feuerbach e Fromm. Invece Davide Miccione (Catania) proporrà, sulla base della sua esperienza di consulente filosofico dell’associazione “Phronesis”, alcuni esercizi di filosofia pratica.
Ad agosto, poi, nell’accogliente Val Brembana (non lontano dalla bellissima città di Bergamo), Elio Rindone tratterà della felicità nel mondo greco, biblico e medievale; Augusto Cavadi prenderà spunto da alcune riflessioni di Spinoza, Nietzsche e Fromm; Simona Landolfi (Roma) proporrà infine alcuni esercizi di filosofia pratica per stimolare nei partecipanti la consapevolezza di cosa ciascuno intenda per felicità.
L’esperienza delle “vacanze filosofiche per non…filosofi” conferma, insieme a molte altre iniziative di filosofia-in-pratica che si realizzano nel mondo, che la filosofia non è solo la storia del pensiero degli antichi. Non è neppure soltanto una disciplina specialistica con metodi e linguaggi tecnici. Essa è sempre stata, e oggi in particolare è chiamata a ridiventare, atteggiamento diffuso fra le persone che vogliono pensare per agire con più efficacia. Che vogliono vivere con lucidità senza lasciarsi trascinare dalle mode culturali o dai dogmi tradizionali. In questo senso, la filosofia è un diritto di ciascuno, non il privilegio di pochi intellettuali.

Augusto Cavadi

Nessun commento:

Posta un commento