domenica 23 settembre 2012

Inutilità del comunismo ?


Frank Ferlisi

L’INUTILITA’ DEL COMUNISMO
Gruppo Istituto Poligrafico Europeo
Pagine 167
euro 12

In una fase, ormai più che decennale, in cui fare politica (in Sicilia, ma non solo) significa esercitarsi nella tecnica del consenso a qualsiasi prezzo e delle negoziazioni pre-elettorali a prescindere dai principi etici, provoca quasi solidale tenerezza leggere il testamento politico di uno dei militanti storici della sinistra palermitana che invita a riflettere, criticamente, su ciò che è vivo e ciò che è morto del comunismo marxista. E non per fare opera di mera erudizione, bensì in vista di un’azione politica concreta, urgente e capillare. Il titolo del libro di Frank Ferlisi (L’ inutilità del comunismo) non è esente da un filo di autoironia, come d’altronde il sottotitolo (Qualche idea per evitare che la rivoluzione ci trovi impreparati); ma il pathos che lo anima è ancora più marcato. Su questa o quell’altra tesi il lettore potrà dissentire, ma sarà difficile non convincersi che – prima di oltrepassare certe ideologie – bisognerebbe essere in grado di raggiungerle. Altrettanto difficile non condividere l’esortazione finale alla sinistra di “volare alto e non all’altezza delle galline” (secondo l’espressione di Lenin); di “gettare nella pattumiera divisioni, personalismi, correntismi e tentare di costruire una risposta forte alla crisi italiana” per evitare di finire, tutti insieme, “nella pattumiera della storia”.

Augusto Cavadi

Nessun commento:

Posta un commento