martedì 23 giugno 2015

AUTO-TERAPIA PSICOLOGICA


“Monitor”   19.6.2015

AUTO-AIUTO PSICOLOGICO


           Con piacevole sorpresa ho ricevuto una lettera (sì, proprio una lettera all’antica, con tanto di busta e di francobollo!) dal dottor Giorgio Vallero, neuropsichiatra torinese che però da due anni vive abitualmente a Maiorca, nelle isole Baleari. Le ragioni per cui la missiva mi è giunta gradita sono più d’una, ma ne evidenzio qui solo due. La prima è che mi ha impressionato assai favorevolmente apprendere che un medico, a un certo momento della vita, abbia avvertito l’esigenza interiore di chiudere lo studio, di trasferirsi in un’isola amata e di dedicarsi a “leggere, studiare, cercare, pensare, chiedere”. Spesso altri professionisti che conosco sembrano quasi drogati dalla propria professione, vi restano inchiodati, come incapaci di accettare la quiescienza e di interessarsi ad altro: per dirla con Pascal, si preoccupano di come diventare soldati o re, dimenticando di imparare il mestiere di uomini.
          La seconda ragione di gradimento della lettera è che l’autore mi segnala un sito internet molto interessante da lui curato (www.auto-therapy.it), un sito di  “auto-aiuto psicologico per persone sofferenti” che “non vuole certo sostituirsi all’incontro diretto con uno psicoterapeuta, né può quindi affrontare situazioni estremamente complesse. Può però fornirti un aiuto, attraverso un metodo che verrà illustrato passo dopo passo, accompagnandoti nella costruzione del tuo percorso, con modalità che potrai gestire secondo la tua forza emotiva ed il tuo tempo. Questo sito è anonimo e gratuito. Esso si augura che tu acquisti progressivamente serenità e capacità di stare bene con te stesso; allo stesso tempo, spera di riuscire a farti percepire la calorosa presenza di coloro che lo hanno creato: anche se non conoscono il tuo volto e la tua voce, è genuino il loro desiderio di offrirti quegli strumenti che loro stessi hanno imparato ad usare (con l’aiuto di altri) nei loro tempi difficili, e si sentono onorati di poter passare a loro volta il testimone”.
       Come sanno i lettori di questa rubrica settimanale, non sono uno psicoterapeuta e dunque mi dichiaro disponibile senz’altro ad ospitare critiche e obiezioni che potrebbero pervenirmi da psicologi che, visitando il sito, avessero delle osservazioni da socializzare. Da filosofo-in-pratica mi limito a notare che il taglio, e il tono, dei contenuti offerti dal dottor Vallero mi son sembrati convincenti. E mi auguro che molte persone possano trovare qualche spunto per chiarire a sé stessi quali percorsi intraprendere per uscire da una delle fasi buie che tutti, prima o poi, attraversiamo nel corso dell’esistenza. La consulenza filosofica e la consulenza psicoterapeutica non sono certo due approcci in concorrenza: secondo i casi, le personalità, soprattutto il genere di difficoltà che si stanno sperimentando, l’una o l’altra può risultare più adatta. E talora può risultare praticabile, anzi indispensabile, una sinergia di entrambe (pur nel rispetto delle differenze epistemologiche).

Augusto Cavadi
www.augustocavadi.com

1 commento:

  1. Giorgio Vallero29 giugno 2015 07:26

    Caro Augusto,
    Ti ringrazio infinitamente per la tua gentilezza ( e prontezza ! ) nel diffondere l'esistenza del sito di auto aiuto.
    Credo di dover anche ringraziare, pur se non ho il piacer di conoscerlo personalmente, Nicola Baldarotta, da cui mi pare mi sia arrivato il tuo messaggio( solo dopo ho scoperto che e' il direttore di MONITOR).
    Comprensibilmente, la cosa mi ha fatto nascere dentro un'onda di gioia.
    Ti saluto con affetto riconoscente, e sono l'ancora una volta un poco infantilmente entusiasta tuo
    Giorgio

    RispondiElimina