martedì 5 gennaio 2016

LA CRISI ECONOMICA SECONDO FILIPPO DI FORTI


“Repubblica – Palermo”
3.1.2016

LA CRISI NON E’ SOLO ECONOMICA

Filippo Di Forti è stato tra i pionieri della psicoanalisi a Palermo: radicato in una solida formazione filosofica, spesso e volentieri si è affacciato dalla porta del suo studio per analizzare anche i fenomeni sociali (a cominciare dalla mentalità dei mafiosi). In Cos’è questa crisi. Riflessioni di uno psicoterapeuta fenomenologo (Solfanelli, Chieti 2015, pp. 160, euro 13,00)  egli affronta la situazione storica che stiamo attraversando da una prospettiva caratterizzata da un pregio che ne costituisce, al tempo stesso, il limite. Il pregio è di sottolineare la poliedricità della crisi che è economica e sociale, ma anche politica, culturale ed etica. Nel tentativo di mettere a fuoco tutti questi aspetti, l’autore corre il rischio della frammentarietà dell’impianto e di una certa superficialità nelle analisi settoriali. Questi limiti non azzerano comunque il merito principale del volume: “rilanciare la lettura che Enzo Paci proponeva di Husserl con parole semplici da comunicare anche ai non addetti ai lavori”, dunque l’urgenza di ripensare le scienze e le tecniche alla luce della centralità del soggetto umano rispetto ai suoi prodotti. Per evitare – secondo l’espressione di Ferrarotti ripresa da Di Forti – di ridurci “a un popolo d’ informatissimi idioti che sanno tutto e non capiscono nulla”.

Augusto Cavadi

Nessun commento:

Posta un commento