lunedì 2 maggio 2016

GRAZIE AI 150 PARTECIPANTI AL FESTIVAL DELLA FILOSOFIA D'AMARE

La vita di ogni giorno scorre un po' grigiamente: in vista di che? Forse di alcuni episodi apicali così intensi, così belli, che sembrano costituire il fine e il senso del vivere precedente e successivo. La Terza edizione del Festival della filosofia pratica d'a-Mare (Castellammare del Golfo, 29 aprile - 2 maggio 2016), conclusasi da qualche ora, è stato uno di questi eventi traboccanti di significatività. Avverto il bisogno interiore di ringraziare, senza fronzoli retorici ma con sincera gratitudine, quanti hanno reso possibile questa esperienza difficilmente dimenticabile. 
Il mio grazie va a quanti hanno sponsorizzato l'iniziativa: il Comune di Castellammare del Golfo (Trapani) ; la Fattoria sociale "Marta e Sara" di Bruca e il Gruppo editoriale "Di Girolamo - Il pozzo di Giacobbe" di Trapani. Ai tre amici di Castellammare del Golfo che si sono spesi senza risparmio di energie nell'accoglienza degli ospiti provenienti da tutta Italia (e qualcuno anche dall'Estero): Ezio Galante, Rosanna Fasulo, Enza Valenti. Agli splendidi filosofi che, senza chiedere un euro di gettone, hanno generosamente illuminato queste giornate non dall'alto di una cattedra ma in atteggiamento paritetico di confronto dialogico con i numerosi con-filosofanti (di ogni età, condizione sociale, grado d'istruzione, provenienza geografica, orientamento culturale): Orlando Franceschelli, Diego Fusaro, Serge Latouche, Marta Mancini, Chiara Zanella. E, ovviamente, va alle amiche e agli amici che, ancora una volta, hanno avuto fiducia nella mia proposta di condivisione nella ricerca di ciò che può strapparci dalla banalità imperante e sono arrivati non solo da varie zone della Sicilia, ma anche dalla Puglia, dal Lazio, dall'Emilia-Romagna, dal Piemonte, dalla Lombardia e persino da Parigi. 
A tutte e a tutti do appuntamento per la XIX edizione delle "Vacanze filosofiche per non...filosofi"  (20- 26 agosto 2016) a Santa Caterina Valfurva (Sondrio): per informazioni cfr. www.vacanzefilosofiche.altervista.org

4 commenti:

  1. Se Augusto non ci fosse bisognerebbe inventarlo, ma non verrebbe mai come l'originale, che è Unico!

    RispondiElimina
  2. Stella Tumminelli3 maggio 2016 07:19

    3° FESTIVAL di " una filosofia in pratica d'a-mare "
    ... Protagonista di un week end, il viaggio diventa l'origine di una molteplicità di ritempranti esperienze. È ancora pulsante l'entusiasmo che, sicuramente, per giorni animerà il mio spirito ingrigito dalla routine della prevedibile quotidianità. Un entusiasmo che nasce dalla scoperta di nuove località, dal benefico reincontro col mare, dal godimento dei colori e dei profumi della natura, dal piacere dei sapori della buona tavola e della tradizione che rafforzano il senso di appartenenza alla mia terra. E poi le passeggiate in gradevole compagnia, le chiacchierate, le discussioni, i confronti che riattivano le energie intellettive, stimolando la riflessione e l'approfondimento di varie tematiche. Se poi a tutto ciò aggiungi la casuale e inaspettata opportunità di un goliardico incontro con la quintessenza della simpatia, dopo trenta lunghi anni, allora pensi che il viaggio è il sale della vita, è il senso della felicità nella gioia delle piccole cose... ��

    RispondiElimina
  3. Prof. Cavadi, buon pomeriggio. Vorrei sinceramente congratularmi per le giornate di pienezza ed approfondimento che ho vissuto nei giorni passati, grazie alla meritoria e fruttuosa convention filosofica da Lei organizzata. Non le nascondo che uno degli effetti tangibili da me percipiti, senza dubbio, è stato il deficit di conoscenza e, nello stesso tempo, voglia di ricerca, finalizzati alla riemersione dal piattume e torpore quotidiano. Un'altra piccola conquista personale è stata quella di aver dischiuso il guscio della timidezza e "inadeguadezza" che mi attanagliava; per la prima volta ho effettuato qualche intervento nei laboratori. Ritengo che gli stessi non siano stati contraddistinti da notevole acume, spero non stupidi, ma sono del parere che con piccoli passi si costruisce un buon cammino. In ultimo, ma non per importanza, ho constato positivamente l'interesse di Desiree, la quale è rimasta entusiasta e si aggiunge accoratamente ai complimenti, già in precedenza manifestati. La nostra non vuole essere piaggeria e mi auguro, memore di quanto accaduto, che la prossima edizione si ponga in continuità con quest'ultima, in termini di spessore e fecondità. Con affetto e stima. Alessio e Desiree.

    RispondiElimina