mercoledì 2 maggio 2012

Tra quattro giorni si vota: ultimo messaggio prima della pausa di riflessione


Care e cari,

la fase politico-amministrativa è confusa, a destra come al centro e come a sinistra.
Solo gli stupidi, in vista delle imminenti elezioni a Palermo, hanno idee chiare e dubbi zero.

Per chi ha a cuore alcuni principi etici basilari è il momento di non perdere la testa e ripartire dai pochi punti fermi:

a) primo obiettivo: un sindaco di centro-sinistra ha diritto di ‘provarci’ dopo il disastro del decennio Cammarata;

b) secondo obiettivo: le donne e i giovani CHE SONO DA ANNI IMPEGNATI/E in politica (e non sono tra quelli che stanno sbucando dalle discoteche e si affacciano dai manifesti come per un casting per tronisti e veline) hanno diritto a una chance.

Per questo vi inviterei a NON ASTENERVI dal voto, fosse pure un voto solo di cervello e non anche (come avremmo voluto) di cuore.

Per questo, inoltre, vi inviterei a votare per qualche candidata/o della lista “Palermo per Ferrandelli con VENDOLA”: la prima metà delle candidate è interamente al femminile, nell’altra metà ci siamo - in allegra commistione - giovani militanti e vecchietti arzilli.

Augusto Cavadi
Candidato al consiglio comunale di Palermo.

N.B: E’ necessario esprimere la preferenza per il consigliere e un’altra, distinta, per il sindaco (che, in teoria, potrebbe non coincidere con il nome indicato dalla lista del consigliere).

* Chi vuole mi aiuti a diffondere questo messaggio (anche mediante il sito facebook “Augusto Cavadi candidato”) tra i suoi contatti: “se ognuno fa la sua parte…”.

Nessun commento:

Posta un commento