martedì 9 maggio 2006

FENOMENI PSICOLOGICI


Repubblica – Palermo
9.5.06

ALDO SPINNATO
Melancolia
Sellerio
Pagine 82
Euro 10,00

La psichiatria incontra sempre più spesso l’esperienza della “depressione”: sottile, infatti, il confine fra la “malinconia” (che, secondo Tennyson, “rende miti” ) e la “melancolia” (ben più drammatico sentimento di “oppressione primaria”). Davanti a tanto dolore, ogni strumento efficace va bene. Ed Aldo Spinnato, medico palermitano, ricorre anche agli apporti della filosofia. Per essere più precisi: di quella corrente filosofica, derivante da Husserl, nota come “fenomenologia”. L’operazione non è certo inedita: con umiltà, l’autore si mette alla scuola di Binswanger e di quanti altri hanno lavorato in direzione di una “fenomenologia psicopatologica”. Ne risulta un breve saggio che lascia molti interrogativi ma, come aperitivo, può funzionare. L’idea centrale è, comunque, chiara: “il melanconico, privo di propulsione verso il futuro pur conoscendo la successione dei movimenti cronologici, non può che permanere in una situazione di stallo temporale; in una fonte di angoscia insopportabile, il passato non si distanzia e opprime il presente, l’avvenire è precluso”.

Nessun commento:

Posta un commento