martedì 10 gennaio 2017

INDUISMO: LE IDEE PRINCIPALI. UN INCONTRO DI STUDIO A PALERMO


Se la globalizzazione sarà solo dei capitali finanziari e delle merci, non anche delle idee e delle persone, si risolverà in un disastro. Ecco perché dobbiamo moltiplicare le occasioni per conoscere gli altri, le loro concezioni del mondo, i loro punti di vista, le loro tradizioni. 
In quest'ottica mercoledì 11 gennaio 2017 (dalle ore 18, 15 alle 19,45), a Palermo, nella  "Casa dell’equità e della bellezza" (v. Nicolò Garzilli 43/a) si svolgerà un seminario su "Le linee essenziali dell’induismo".
Si tratta, ovviamente,  di un primo sguardo orientativo in un mondo variegato (sul quale si potrà ritornare altre volte con più attenzione): in questo primo incontro ci guiderà Andrea Cozzo (dell'Università di Palermo).

Note tecniche:
La partecipazione è riservata agli iscritti (prenotarsi su: a.cavadi@libero.it).  La quota di iscrizione è di euro 30,00 per i 4 incontri. Ogni singolo incontro euro 10,00.
Chiunque abbia difficoltà finanziarie può notificarlo all’organizzazione per le debite facilitazioni.
Testo suggerito: F. Dipalo, Introduzione al pensiero buddhista, Diogene Multimedia,Bologna 2015, pp. 145, euro 10,00.
Per i soci sostenitori del “Centro di ricerca esperienziale teologica laica” (*)  l’iscrizione è gratuita.


(*) CENTRO DI RICERCA ESPERIENZIALE TEOLOGICA LAICA

  Il 1 gennaio 2017 si è costituito a Palermo (presso la “Casa dell’equità e della bellezza” in v. Nicolò Garzilli 43 /a, all’angolo con via Enrico Parisi) il “Centro di ricerca esperienziale teologica laica”.
   E’ un luogo aperto a tutte le persone che, a prescindere dall’eventuale appartenenza a una comunità confessionale (ebraica, cristiana, islamica o altro) e dalle convinzioni in campo religioso (eventualmente agnostiche o atee) desiderino contribuire a una ricerca collettiva sul divino , sia a livello teorico di indagine teologica sia a livello  di sperimentazione pratica.
   In concreto il Centro prevede di offrire:

a)   Seminari sulle ricerche teologiche contemporanee
b)   Week-end di spiritualità laica
c)    Giornate comunitarie (“Le domeniche di chi non ha chiesa”)
d)   Conferenze di esperti ospiti
e)   Presentazione di libri
f)     Cenette teologiche per non…teologi
g)   Ritiri di meditazione e proposte di nuove forme di preghiera liturgica


Un Consiglio scientifico (estensibile per cooptazione su auto-candidatura di volontari) ha il compito sia di progettare iniziative sia di vagliare le proposte che potranno provenire dai simpatizzanti.

Il Centro si basa sui contributi finanziari dei sostenitori.
La quota minima per diventare sostenitore è di euro 10,00 al mese.
La lista dei sostenitori in regola con i versamenti sarà resa pubblica ai frequentatori del Centro di ricerca.

Il Centro di ricerca non ha in quanto tale scopo di lucro e i sostenitori avranno ingresso libero a tutte le iniziative.
In alcuni casi, per auto-finanziarsi, il Centro di ricerca  potrà prevedere modesti contributi di partecipazione per i non-sostenitori.

Nessun commento:

Posta un commento