martedì 21 marzo 2017

CI VEDIAMO, ALLA FELTRINELLI DI PALERMO,GIOVEDI' 23 MARZO 2017 ?

Giovedì 23 marzo 2017, alle ore 18 (in punto), alla Feltrinelli di via Cavour (a Palermo) Maria D’Asaro e Pippo La Face discuteranno con l’autore il piccolo libro di Augusto Cavadi Tenerezza. Hanna Wolff e la rivoluzione (incompresa) di Gesù (Diogene Multimedia, Bologna 2016, euro 5,00).
Interventi musicali al pianoforte a cura di Giorgio Gagliano.

2 commenti:

  1. Davide Tarozzi4 aprile 2017 17:58

    Carissimo Augusto,
    come stai ? Spero tutto bene.
    Finalmente sono riuscito a dedicare un po’ di tempo alla lettura di “Tenerezza” e volevo dirti che mi sono fatto un bel regalo.
    Infatti mi ha dato spunto per riflessioni nutrienti e positive.
    Particolarmente mi hanno colpito i capitoli 4 e 5
    Oltre a condividere molto di quanto ci hai riproposto del pensiero della Hanna Wolff ,lasciarmi andare a questi ragionamenti mi ha dato come ti dicevo emozioni positive ed ottimistiche,insomma mi ha trasmesso buon umore.
    Tu mi chiederai perché , e la risposta è che se è vero quello che sostiene la Wolff , e secondo me lo è, che l’uomo è chiamato a qualcosa di grande , beh, questa è davvero una buona notizia !!
    Certo , ci sarebbe anche l’amarezza del constatare che Gesù è stato totalmente incompreso ,manipolato, usato ecc ecc dall’uomo nella storia di questi 2000 anni dalla sua venuta , ma il suo messaggio infonde comunque grande speranza. Ha cambiato veramente la storia dell’uomo, dandone una nuova interpretazione.
    Ecco mi verrebbe Augusto da farti comunque un paio di domande , che sarebbero :
    1) Come è possibile che Gesù sia stato così malamente interpretato ?
    2)Perché gli uomini e le donne di questo pianeta non hanno continuato nella loro evoluzione dei sentimenti, di cui Gesù si era fatto messaggero, facendoci capire che potevamo elevarci a qualcosa di superiore rispetto ad uno stadio semi-bestiale di comportamenti ?
    Immagino che tu mi risponderesti come Bob Dylan :
    “ la risposta, amico mio, soffia nel vento”
    Un abbraccio
    Davide

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Davide, sto abbastanza bene. Grazie.
      In effetti non è facile rispondere ai tuoi interrogativi (forse un po' retorici, nel senso che hai già la risposta tu stesso...). Mi limiterei a dire che per fortuna non sempre e non da tutti Gesù è stato frainteso: le istituzioni ecclesiastiche non hanno retto la sua innovativa creatività, ma molte persone e alcuni movimenti (almeno per certi periodi storici) l'hanno compreso e tradotto in pratica abbastanza fedelmente.
      Auguriamoci che noi due, nel nostro piccolo, si possa provare a seguire la testimonianza gesuana.

      Elimina