giovedì 6 gennaio 2022

LETTERA APERTA AL DOTT. MARIO DRAGHI DA PARTE DEL PROF. ANDREA COZZO

 


Rilancio volentieri questa lettera aperta del mio carissimo amico Andrea Cozzo, docente di letteratura greca all'Università di Palermo ed esponente di rilievo della teoria e della pratica della nonviolenza. Nè lui né io siamo così ingenui da supporre che questa lettera sarà letta dal destinatario: come tutte le lettere aperte, serve per incidere nell'opinione pubblica e per seminare idee che potrebbero maturare anche all'interno dei sindacati, dei partiti politici, dei parlamentari...

Gentile Presidente del Consiglio

(non Premier, perché in Italia questa carica istituzionale non esiste),

In merito al problema Covid, Le chiederei gentilmente di volere immediatamente, oltre che continuare la campagna vaccinale - cosa cui per fortuna sta già provvedendo e sulla quale quindi non ha bisogno di ulteriore invito,

1. migliorare NOTEVOLMENTE i trasporti,
2. fornire di FFP2 tutte le figure impegnate nella Scuola e nell'Università,
3. prevedere la DIMINUZIONE di studenti e studentesse per classe,
4. intervenire sul sistema sanitario PUBBLICO,
5. finanziare AMPIAMENTE ricerche di medicina sistemica,
6. introdurre una consistente imposta PATRIMONIALE,
7. porre un forte LIMITE agli spot pubblicitari e a tutto ciò che costituisce un serio danno per la salute mentale della gente, alienata al punto da non riuscire più a pensare, sull'attuale pandemia, che nei termini governativi di "vaccino sì" vs."vaccino no".
8. avviare politiche per stabilire un tetto massimo per l'arricchimento e per lo sfruttamento ambientale.

RingraziandoLa per l'attenzione,
Le porgo distinti saluti.
Andrea Cozzo, Palermo

1 commento:

Mario Guarino ha detto...

Concordo in pieno.